Home 
Filosofia 
News 
Reviews 
Relics 
Interviste 
Retrospettive 
Concerti 
Links 
Forum 
Contatti 

 
26/01/2004 17.17.56
Retrospettiva Il Berlione

“Il Berlione” è una formazione giapponese che ha dato vita nel primo lustro degli anni 90 a due album tutt’ora molto apprezzati. Si tratta di due gioiellini, che fluttuano nell’oceano senza tempo del “progressive-RIO-fusion/avant-jazz”. Si, perché definire la proposta musicale de “Il Berlione” è un controsenso in termini: si tratta di musica di contaminazioni border-line, collocabile quindi a cavallo dei suddetti generi, in grado di abbracciarli tutti senza però far parte pienamente di nessuno. E’ chiaro che parliamo di una realtà colta e non sempre di facile ascolto, comunque la musica di questi due album è senza dubbio di forte impatto emotivo. Il background musicale dei componenti è notevole, la maestria e la professionalità propria dei più grandi è evidente in entrambi i lavori. Ciò che invece è inconsueto per dei giapponesi è la capacità di creare atmosfere calde e sofisticate che si alternano a pezzi più complessi e d’energia esplosiva. In generale c’è molta “electric-fusion”, con quel tocco etnico giapponese che caratterizza le composizioni, tutte figlie del più classico stile progressive anni 70 e che hanno più di un richiamo alla splendida musica di Kenso (vedi intervista e recensioni su Agartha). I due album, interamente strumentali, hanno parecchie simiglianze ed un sottile filo rosso li lega, quasi fossero pensati per completarsi a vicenda. Gli strumenti utilizzati dal quintetto sono chitarre, sax, basso, batteria e tastiere, con innesti di percussioni di vario genere e strumenti tradizionali.

Il primo lavoro, ”IL BERLIONE”, è autoprodotto e risale al 1992. Per 55 minuti si rimane inchiodati e allibiti in un viaggio musicale senza precedenti, rimbalzando tra tempi dispari furiosi ed armonie più sofisticate e pulite, dove una ritmica a tratti sconcertante gioca in dissonanza con chitarra e sax. Le composizioni sono difficili e complesse, le armonie raffinate, gli arrangiamenti moderni, lo stile è personale. Si capisce chiaramente di essere intrattenuti da musicisti di capacità sia tecniche che creative superiori. Le partiture, pur essendo scritte in calligrafia formale, non sono fini a sé stesse. Per chi è digiuno del genere si consiglia di allacciarsi la cintura prima dell’ascolto, sarà una bella esperienza, senz’altro importante; per chi invece ha alle spalle ore di ascolto e apprezza i generi citati, scoprirà che un’autoproduzione può avere anche ottime registrazioni e mixaggi.

1994, esce “in 453 minutes infernal cooking”: un lavoro ottimo che completa perfettamente il primo. La tensione nell’album è alleggerita rispetto al precedente. Vi si riscontrano sonorità più morbide e mature, che si orientano maggiormente verso un raffinato jazz-fusion. Un esempio anche nel titolo di una traccia, che porta in sè un omaggio allo Shuffle, ritmo di gran moda in quegli anni nel panorama free-jazz internazionale. Tecnicamente sopra le righe, si riconfermano essere una realtà a parte, personale ed apripista, proponendo un sound che si avventura al di la dei suoni dei gruppi europei o americani, pur sempre derivativo del progressive anni 70 (ed anche più abbordabile rispetto all’album d’esordio). Sax e chitarra giocano ancora volentieri in fraseggi d’improvvisazione, la ritmica è sempre importante ma più pacata ed attenta alle melodie. L’attributo più adatto, per quest’album di settanta minuti che è un po’ fuori dalle mode e dal tempo, è che colpisce.

Realtà unica nel periodo, con performance eccellenti e molto migliori di quasi tutti i gruppi di allora, quelli de IL BERILONE hanno lasciato una traccia importante, successivamente seguita anche da altri. Come sempre, ai primi il riconoscimento del genio e del coraggio e, in questo caso, anche quello di averci regalato due dischi d’eccezione.

Entrambi i lavori sono disponibili su CD e reperibili con relativa facilità. Ovviamente vi invito all’acquisto.

Buon Ascolto e…buona ricerca!

Stefano R  
 
 
 
 Back

Passa alla versione Inglese
Username

Password
Iscrizione Utenti
 
Artista
CD Studio
Doppio
Singolo
DVD
Solista
Live
Bootleg
Relics
Anno
Evento
Nessun Evento