Home 
Filosofia 
News 
Reviews 
Relics 
Interviste 
Retrospettive 
Concerti 
Links 
Forum 
Contatti 

13/03/2003
Artista: LIFT
Album: Cavern of your brain / Moment of Hearning
Anno: 1975

Band nata a New Orleans nel 1972, il gruppo ha subito diverse evoluzioni, sia nei componeti che stilisticamente.si possono infatti distinguere due periodi compositivi precisi dal 1972/1975, periodo in cui il gruppo ha militato a New Orleans e composto da sei elementi(Basso, tastiere, 2 chitarre, batteria, flauto) e 1976/1979, periodo in cui il gruppo ha militato ad Atlanta.

Il periodo New Orleans è il più interessante dal punto di vista compositivo, vengono eseguiti brani raccolti nell’album Cavern of your brain edito da Syn – Phonic nel 1990: Tre lunghi pezzi ben articolati dove il tappeto di tastiere, mellotron e la batteria guidano l’album in tutto il suo evolversi, bella la ritmica intricata, ottimo il lavoro delle chitarre e del basso , l’accompagnamento del flauto e il cantato maschile. Lo stile non ha diretti riferimenti ai grandi gruppi dell’epoca, ma riusciamo a ricoscere sonorità vicine a Yes e Genesis, pur mantenedo il loro stile personale.

La successiva evoluzione del gruppo è testimoniato sul cd Moment of Hearnig, edito sempre da Syn – phonic nel 2002 :
Questo cd comprende tutto “Cavern“, il brano Perspective apparso sulla compilation Past Present Future nel 1990, più i brani inediti del periodo Atlanta 1976/1979.
La band cambia componeti, ma gli stumenti utilizzati sono gli stessi ad esclusione del flauto che non viene più utizzato.
Si notano decisamente i cambiamenti stilistici del gruppo, arie romantiche e quasi dilatate, ritmica più pacata e voce femminile, molto piacevole.
Lo stile compositivo si ispira al filone Genesis in modo più marcato e la voce della cantante Poppy, le parti di pianoforte e tastiere ricordano i Renaissance.

Per concludere, per chi vuole ascoltare e approfondire la storia dei Lift , è consigliato l’acquisto di Moment of Hearning, che è il CD più completo in circolazione ed è di facile reperibilità in quanto recentemente ristampato: Esiste sul mercato la prima stampa di Cavern of your Brain del 1990 ma è da anni fuori catalogo e circola anche la ristampa in vilnile in LTD 500 copie praticamente introvabile e a quotazioni elevate

Nazione: Usa
Etichetta: Syn-phonic


lele  
13/03/2003
Artista: ORANGE POWER
Album: Orange Power
Anno: 1977

Gli Orange Power, sono un classico gruppo sottobosco underground progressive che non è mai riuscito ad emergere.
Oscuro gruppo Viennese composto da 5 elementi e guidato dal leader Peter Janda, incise ne 1977 un LP per l’etichetta Philips.
Il disco parte con una bella ballata, America, e si sviluppa in brevi brani, della durata di circa 5 minuti, per terminare con il brano più lungo del’album, Sunlight Soldier di 11 minuti circa.
Il disco non eccede in virtuosismi particolari, la musica si incentra soprattutto sulla chitarra di Gino Pertoi e la tastiera di Peter Janda in giochi e intrecci musicali che divertono e rendono il disco piacevole.
La musica è comunque molto personale e non si avvicina ne si ispira in senso esplicito ai grandi gruppi dell’epoca: il suono delle tastiere e il loro stile compositivo ricorda in qualche modo la musica di Dave Greenslade e anche le parti di canto, in inglese sono ben riuscite.

Nel complesso l’album è da considersi molto buono ed è comunque la testimonianza storico musicale di un paese, l’Austria che non è stata molto generosa nella scena progressive internazionale.

Purtroppo l’album non è stato ristampato su supporto digitale, il vinile è di difficile reperibilità e le quoatzioni sono alte ma se per mercatini riuscite a scovarne una copia, non lasciatevela scappare.

Nazione: Austria
Etichetta: Philips (Solo Vinile)

Lele  
10/03/2003
Artista: ZOMBY WOOF
Album: Riding On A Tear
Anno: 1977/2002

Il nome di questa band tedesca è sicuramente fuorviante, (Zomby woof è un brano di Frank Zappa)ed anche la copertina ci fa pensare più ad un album di hard-rock o di west-coast americana che ad un album di prog sinfonico.
“Riding On a Tear” è, invece, un frizzante, fresco, melodico esempio di progressive rock sinfonico, edito nel 1977, l’album è stato recentemente ristampato dalla Garden Of Delights con l’aggiunta di quattro bonus.
Il lavoro , molto piacevole, mette in risalto le tastiere (c’è tutto quello che piace:Hammond, Moog, Mellotron), i brani presentano linee melodiche non troppo complesse me ben architettate creando un sound apprezzabile sin dal primo ascolto. Non hanno inventato niente di nuovo gli Zomby Woof, il loro unico lavoro è di per se abbastanza derivativo, ma è impregnato di quel rigore tipicamente teutonico che lo personalizza e lo differenzia.
I brani non sono lunghissimi il più lungo non raggiunge i nove minuti, il cantato(senza infamia e senza lode) è in Inglese.La confezione della ristampa è ben fatta il libretto contiene foto d’epoca del gruppo e la loro storia.
Consigliato!

Nazione: Germania
Etichetta:Bmg/Garden Of Delights

Marcello Marinone  
 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47  48 49 50  >> 
 
Le Reviews sono raggruppate per iniziale dell'Artista
[0][17][8][12][5][10][2]
[5][3][3][5][12][7][13]
[2][3][8][1][7][9][8]
[2][0][1][0][2][4]
Passa alla versione Inglese
Username

Password
Iscrizione Utenti
 
Artista
CD Studio
Doppio
Singolo
DVD
Solista
Live
Bootleg
Relics
Anno
Evento
Nessun Evento