Home 
Filosofia 
News 
Reviews 
Relics 
Interviste 
Retrospettive 
Concerti 
Links 
Forum 
Contatti 

10/05/2003
Artista: PICCHIO DAL POZZO
Album: Camere Zimmer Rooms
Anno: 2001

“Picchio dal Pozzo” è un progetto nato a Genova agli inizi degli anni ’70. Una delle esperienze Progressive italiane più raffinate ed apprezzate anche all’estero, si sono proposti con sonorità border-line tra Canterbury e jazz. Musicisti di grande spessore, hanno realizzato il loro primo album ”Picchio dal Pozzo” nel 1975 e nel 1980 il secondo (ed ultimo) ”Abbiamo tutti i suoi problemi”. Inutile dire che entrambi i dischi (ristampati anche in cd) sono molto rari, però a differenza di molti dischi rari questi due sono anche belli, fatti di musica di qualità. A sottolinearlo l’etichetta americana Cuneiform Records, che ha infatti realizzato nel 2001 “Camere Zimmer Rooms”, album di raccolta di registrazioni inedite, Live in Studio. Un album molto sfizioso e fruibile, per quanto colto. Le influenze musicali spaziano tra King Crimson di Starless & the Bible Black, Zappa, Soft Machine, Caravan, Gong……è musica libera, aperta, senza costrizioni o dogmi di riferimento. Un album in cui è stato fatto un gran bel lavoro di ricerca, estetica innanzitutto, suffragato da una buona ritmica. C’è anche dell’improvvisazione, ragionata e ben dosata però, come un regalo aggiuntivo ad un lavoro fatto di lucidità. Le parti vocali risentono un po’ dell’essere state realizzate tra il 1977 ed il 1980, risultando a tratti limitate dai testi ma la resa sonora non è male. Sono contento che “Picchio dal Pozzo” sia stato rilanciato così alla grande…ne traggano esperienza anche le nostre patrie giovani leve!

Picchio dal Pozzo sono:

Andrea Beccari: basso elettrico, flauto dolce
Aldo De Scalzi: voce, tastiere, chitarre
Aldo Di Marco:batteria, percussioni
Paolo Griguolo: chitarra, clarino, voce
Claudio Lugo: Sassofoni, flauto
Roberto Romani: Sax tenore, flauto

Roberto Bologna: chitarre add.
Giorgio Karaghiosoff: sax, flauto add
Francesco Tregrossi: chitarre acustiche add.

Un album non per tutti. Indicato per gli amanti di sonorità Jazzy e Canterbury, per chi ha il palato raffinato.

ITA
Cuneiform Record 2001

Buon Ascolto!

GENERAL REFERENCES
Genre
 Progressive Music (Jazzy-Canterbury)
References
 Zappa - Soft Machine
Vocals
 Moderate Use
Language
 Italian-Male
TECHNICAL ASSESSMENT
Tecnique
 Very Good
Performance
 Excellent
Sound Quality
 Good
EDITOR'S PATHOS
Composition
 Very Good
Feeling
 Excellent
Originality
 Very Good
Click here for the legend
LEGEND
  • GENRE: it refers to one or several subtypes of progressive music or music trends that influence the work.
  • REFERENCES: it aims to mention one or several famous groups (they may also be chronologically younger bands in case old groups are not famous enough, the aim is to describe the sound pervading the record)
  • VOCALS: it indicates the amount of vocals used in the work.
  • LANGUAGE: it says what language/s is/are used to sing or recite the lyrics in the work
  • TECHNIQUE: it refers to the technical skills the score requires.
  • PERFORMANCE: it assesses how skilfully the score was performed (it could be defined as excellent even if the TECHNIQUE has been considered poor, in case a simple score has been correctly executed)
  • SOUND QUALITY: it refers to the recording quality, it does not relate to the choice of timbre
  • COMPOSITION: it refers to the quality of the composition.
  • FEELING: editor’s personal judgement
  • ORIGINALITY: it shows how innovative the work is
click on this window to close

Stefano R  
10/05/2003
Artista: KENSO
Album: Kenso II
Anno: 1982

Nati alla fine degli anni 70 i Kenso sono uno dei più rappresentativi gruppi della scena progressive giapponese che da più di vent’anni ci regala lavori di un certo spessore e raffinatezza.
In occasione della ristampa in formato Mini LP, parliamo del loro secondo lavoro, Kenso II, uscito sul mercato nel 1982.

Il disco fu finaziato completamente dalla band e fu inciso su un’etichetta privata, la PAM records specializzata in progressive e avanguardia, in 1000 copie.
Lo stile della band è molto personale, a tratti ricorda il sound di gruppi come PFM e Gentle giant, arricchiti da momenti dove traspare l’influenza folk giapponese, del jazz/rock e da momenti più spigolosi e intricati con chitarre e basso crimsoniane.
Abbiamo avuto gia modo di parlare dei Kenso con la recensione di “Fabulis Mirabilibus de Bombycosi Scripts”uscito nel 2002 a vent’anni di distanza da Kenso II.

Kenso II è, a mio parere, l’album più rappresentativo della band nella produzione 80’. Lavoro molto raffinato e romantico, racchiude brani come Sora Ni hikaru (Shining in the sky) cavallo di battaglia nelle esecuzioni live della band o come la dolce Hyoto (Frozen Island), ricca di momenti in cui domina il flauto e la tastiera di Yoshihisha Shimizu.
Degno di nota è anche il brano finale, Sayonara progre, coinvolgente e intrigante, quasi un’addio al progressive che in quegli anni subì la nota decadenza.

L’abum è stato ristampato in diverse edizioni dall’etichetta Marquee tra gli anni ottanta e novanta e, nel 2003, dall’etichetta Pathograph in edizione Mini Lp.
Quest’ultima contiene due bonus track tra cui “Four Holes in the ground” della PFM.

Nazione: Giappone
Etichetta: Pathograph

GENERAL REFERENCES
Genre
 Symphonic Prog. Music
References
 PFM/GENTLE GIANT
Vocals
 None
Language
 None
TECHNICAL ASSESSMENT
Tecnique
  Very Good
Performance
 Excellent
Sound Quality
 Very Good
EDITOR'S PATHOS
Composition
 Very Good
Feeling
 Excellent
Originality
 Very Good
Click here for the legend
LEGEND
  • GENRE: it refers to one or several subtypes of progressive music or music trends that influence the work.
  • REFERENCES: it aims to mention one or several famous groups (they may also be chronologically younger bands in case old groups are not famous enough, the aim is to describe the sound pervading the record)
  • VOCALS: it indicates the amount of vocals used in the work.
  • LANGUAGE: it says what language/s is/are used to sing or recite the lyrics in the work
  • TECHNIQUE: it refers to the technical skills the score requires.
  • PERFORMANCE: it assesses how skilfully the score was performed (it could be defined as excellent even if the TECHNIQUE has been considered poor, in case a simple score has been correctly executed)
  • SOUND QUALITY: it refers to the recording quality, it does not relate to the choice of timbre
  • COMPOSITION: it refers to the quality of the composition.
  • FEELING: editor’s personal judgement
  • ORIGINALITY: it shows how innovative the work is
click on this window to close

lele  
10/05/2003
Artista: CARTOON
Album: "Martelo"
Anno: 1999

Eccoci a recensire il primo lavoro di questa grande band brasiliana. Difficile veramente parlare delle influenze e dei riferimenti stilistici in questo lavoro, sono veramente tanti, il prog-sinfonico,l'hard rock, i Gentle Giant, i Jethro Tull, il folklore brasiliano, e un po' di Zappa! Vi basta? I Cartoon sono degli ottimi musicisti con un grande buon gusto e una sconfinata cultura musicale, la loro musica ci dice questo. Difetti nel loro primo lavoro ce ne sono, in primis la voce che in portoghese risulta ancora più ironica ed esasperata, ma il lavoro nel compesso e di grande densità e spessore. Intrecci elettro-acustici di grande effetto, ritmica spezzata, aperture romantiche e sinfoniche. Troviamo tutti gli ingredienti giusti, questa commistione di stili verrà poi ulteriormente perfezionata con l'ultimo lavoro "Bigorna", tangibile testimonianza del valore artistico di questa band. Da rimarcare la bella confezione del CD con un booklet stile "Stand Up" dei Jethro Tull. Buon Ascolto e lunga vita ai Cartoon!

Etichetta: Privata
Nazione:Brasile

GENERAL REFERENCES
Genre
 Symphonic Prog. Music
References
 GENTLE GIANT / ZAPPA / JETHRO TULL /
Vocals
 Substantial Use
Language
 Portuguese-Male
TECHNICAL ASSESSMENT
Tecnique
 Very Good
Performance
 Very Good
Sound Quality
 Good
EDITOR'S PATHOS
Composition
 Very Good
Feeling
 Very Good
Originality
 Very Good
Click here for the legend
LEGEND
  • GENRE: it refers to one or several subtypes of progressive music or music trends that influence the work.
  • REFERENCES: it aims to mention one or several famous groups (they may also be chronologically younger bands in case old groups are not famous enough, the aim is to describe the sound pervading the record)
  • VOCALS: it indicates the amount of vocals used in the work.
  • LANGUAGE: it says what language/s is/are used to sing or recite the lyrics in the work
  • TECHNIQUE: it refers to the technical skills the score requires.
  • PERFORMANCE: it assesses how skilfully the score was performed (it could be defined as excellent even if the TECHNIQUE has been considered poor, in case a simple score has been correctly executed)
  • SOUND QUALITY: it refers to the recording quality, it does not relate to the choice of timbre
  • COMPOSITION: it refers to the quality of the composition.
  • FEELING: editor’s personal judgement
  • ORIGINALITY: it shows how innovative the work is
click on this window to close

Marcello Marinone  
 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35  36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50  >> 
 
Le Reviews sono raggruppate per iniziale dell'Artista
[0][17][8][12][5][10][2]
[5][3][3][5][12][7][13]
[2][3][8][1][7][9][8]
[2][0][1][0][2][4]
Passa alla versione Inglese
Username

Password
Iscrizione Utenti
 
Artista
CD Studio
Doppio
Singolo
DVD
Solista
Live
Bootleg
Relics
Anno
Evento
Nessun Evento