Home 
Filosofia 
News 
Reviews 
Relics 
Interviste 
Retrospettive 
Concerti 
Links 
Forum 
Contatti 

17/05/2003
Artista: RONRUINS
Album: Big shoes
Anno: 2000

Ronruins, ovvero la pericolosissima miscela esplosiva di due fra i più temuti nomi dell'hardcore d'avanguardia più estremo: dal paese delle stelle a strisce lo psicopatico Ron Anderson e dalla terra del sol levante i Ruins, maestri per eccellenza della nuova scena nipponica, fautori di una violenta ed ossessiva riproposizione di quanto in modo più gentile e moderato avevano creato i Magma negli anni settanta.
Il risultato sono diciotto brani brevi, che come schegge impazzite esplodono nelle orecchie dell'ascoltatore non lasciando tempo per analisi o riflessioni: un condensato di violenza composta e ragionata, fortemente energetica ed emotiva. Il disco è prodotto più che discretamente, piacevole e senza convenevoli: un piatto forte, diretto, possente e senza compromessi, non per orecchie particolarmente impressionabili in modo negativo da scelte musicali estreme; gli estimatori per eccellenza del sinfonico delicato e melodico stiano ben alla larga da questo dischetto ottico: per loro sarebbe come veleno per topi.
Chi invece lo sperimenterà, trovandolo di proprio gusto, dovrebbe premurarsi di cercare al più presto le cose migliori dei Ruins, fra l'altro presenti e recensite su questo sito.
Consigliato previo attento ascolto.

Etichetta: Magaibutsu
Edizione: MGC-20
Ron Anderson: Guitar/vocal/trumpet. Y. Tatsuya: Drums/vocals/keyboards/Acoustic guitar.

GENERAL REFERENCES
Genre
Zeuhl/punk/avant-garde
References
Magma/avant-hard core scene
Vocals
Massive use
Language
Unknown– Male
TECHNICAL ASSESSMENT
Tecnique
Very Good
Performance
Very Good
Sound Quality
Good
EDITOR'S PATHOS
Composition
Good
Feeling
Good
Originality
Very Good
Click here for the legend
LEGEND
  • GENRE: it refers to one or several subtypes of progressive music or music trends that influence the work.
  • REFERENCES: it aims to mention one or several famous groups (they may also be chronologically younger bands in case old groups are not famous enough, the aim is to describe the sound pervading the record)
  • VOCALS: it indicates the amount of vocals used in the work.
  • LANGUAGE: it says what language/s is/are used to sing or recite the lyrics in the work
  • TECHNIQUE: it refers to the technical skills the score requires.
  • PERFORMANCE: it assesses how skilfully the score was performed (it could be defined as excellent even if the TECHNIQUE has been considered poor, in case a simple score has been correctly executed)
  • SOUND QUALITY: it refers to the recording quality, it does not relate to the choice of timbre
  • COMPOSITION: it refers to the quality of the composition.
  • FEELING: editor’s personal judgement
  • ORIGINALITY: it shows how innovative the work is
click on this window to close

Ruggero  
17/05/2003
Artista: TATSUYA YOSHIDA
Album: A million years
Anno: 1996

Come direbbe Sergio Bonelli "un uomo un'avventura" (chi è stato ragazzino negli anni settanta si ricorderà la serie di albi a fumetti dedicati ad eroi avventurosi, che tanto fecero sognare la mia generazione), ovvero Tatsuya Yoshida, fondatore dell'etichetta Magaibutsu, ottimo musicista e compositore, membro attivo di una miriade di progetti musicali fra cui gli eccelsi Koenjihyakkei (non certo assoluto il loro primo lavoro, imperdibile il secondo omonimo - alias "Viva Koenji" , notevolissimo il terzo - Nivraym, già recensito sulle pagine di questo sito) e autore di alcuni lavori solisti fra cui "A million years". La confezione non felicissima consiste in una bustina di cartone marrone con stampato un logo a me incomprensibile (non conoscendo il giapponese!), contenente un cartoncino pieghevole ed il cd; la musica è la solita: composizioni magmiane di discreta qualità, rilette con influenze hardcore su di uno sfondo folkloristico nipponico (che comunque in questo caso non disturba affatto); la produzione è la vera nota dolente, essendo purtroppo insufficiente: confusa, poco dinamica ed approssimativa, ...poco più di un bootleg, il che non valorizza di certo il comunque meritevole lavoro del nostro eroe.
Come per la stragrande maggioranza delle produzioni di questo filone, non posso che consigliare un ascolto attento prima dell'acquisto.


Etichetta: Magaibutsu
Edizione: MGC-12
Y.Tatsuya: all the instruments.

GENERAL REFERENCES
Genre
Zeuhl/avant-garde
References
Magma/avant-hard core scene
Vocals
Massive use
Language
Unknown– Male
TECHNICAL ASSESSMENT
Tecnique
Very Good
Performance
Very Good
Sound Quality
Poor
EDITOR'S PATHOS
Composition
Very Good
Feeling
Very Good
Originality
Very Good
Click here for the legend
LEGEND
  • GENRE: it refers to one or several subtypes of progressive music or music trends that influence the work.
  • REFERENCES: it aims to mention one or several famous groups (they may also be chronologically younger bands in case old groups are not famous enough, the aim is to describe the sound pervading the record)
  • VOCALS: it indicates the amount of vocals used in the work.
  • LANGUAGE: it says what language/s is/are used to sing or recite the lyrics in the work
  • TECHNIQUE: it refers to the technical skills the score requires.
  • PERFORMANCE: it assesses how skilfully the score was performed (it could be defined as excellent even if the TECHNIQUE has been considered poor, in case a simple score has been correctly executed)
  • SOUND QUALITY: it refers to the recording quality, it does not relate to the choice of timbre
  • COMPOSITION: it refers to the quality of the composition.
  • FEELING: editor’s personal judgement
  • ORIGINALITY: it shows how innovative the work is
click on this window to close

Ruggero  
17/05/2003
Artista: TAIRIKUOTOKO VS SANMYAKUONNA
Album: Viva young florida
Anno: 1993

Siamo in presenza della solita pazza realizzazione della ormai nota etichetta Magaibutsu, condotta dal prode Tatsuya Yoshida, produttore ed ottimo musicista che, con il suo notevole carisma, è riuscito più volte a stupirci nell'ambito della musica Zeuhl più estrema e contaminata. In questo caso la qualità complessiva del disco, pur essendo sicuramente discreta, non è eccelsa: il lavoro si presenta sicuramente eterogeneo e con dei passaggi a vuoto (alcuni brani sono proprio inutili e stucchevoli); malgrado questo va comunque sottolineata anche la presenza di diverse composizioni più che discrete. Probabilmente il mio giudizio è fin troppo severo, avendo nelle orecchie certi piccoli capolavori di questa label come Tzomvorgha dei Ruins od il secondo ed il terzo lavoro dei Koenjihyakkei (procurateveli!): il paragone con quest'ultimi risulta inevitabilmente perdente. Tra i modelli ispiratori di questo disco, come avrete già capito, troviamo i Magma, la rilettura della cui musica è in questo caso molto (troppo in alcuni momenti) influenzata dalla cultura nipponica (i cui eccessi hanno rovinato tanti dischi sinfonici potenzialmente discreti provenienti da questa isola orientale). La tecnica dei musicisti è di buona qualità, la produzione non eccelsa, il feeling complessivo più che sufficiente. Che dire, se fosse l'unico prodotto della Magaibutsu lo si potrebbe consigliare a cuor leggero; visto che vi sono comunque lavori di questo genere nettamente superiori, presenti su questa etichetta e recensiti in questo sito, vi consiglio di partire da quelli.

Etichetta: Magaibutsu
Edizione: MGC-15
K.Koji: Drumes/vocal/sampling. Y. Tatsuya: Bass/Vocal. W. Goro: Sax/Flute/Clarinet. K. Yuji: Violin. Y. Izumi: Keyboards/vocal.

GENERAL REFERENCES
Genre
Zeuhl/avant-garde
References
Magma/avant-hard core scene
Vocals
Massive use
Language
Unknown– Male
TECHNICAL ASSESSMENT
Tecnique
Good
Performance
Good
Sound Quality
Acceptable
EDITOR'S PATHOS
Composition
Acceptable
Feeling
Acceptable
Originality
Good
Click here for the legend
LEGEND
  • GENRE: it refers to one or several subtypes of progressive music or music trends that influence the work.
  • REFERENCES: it aims to mention one or several famous groups (they may also be chronologically younger bands in case old groups are not famous enough, the aim is to describe the sound pervading the record)
  • VOCALS: it indicates the amount of vocals used in the work.
  • LANGUAGE: it says what language/s is/are used to sing or recite the lyrics in the work
  • TECHNIQUE: it refers to the technical skills the score requires.
  • PERFORMANCE: it assesses how skilfully the score was performed (it could be defined as excellent even if the TECHNIQUE has been considered poor, in case a simple score has been correctly executed)
  • SOUND QUALITY: it refers to the recording quality, it does not relate to the choice of timbre
  • COMPOSITION: it refers to the quality of the composition.
  • FEELING: editor’s personal judgement
  • ORIGINALITY: it shows how innovative the work is
click on this window to close

Ruggero  
 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34  35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50  >> 
 
Le Reviews sono raggruppate per iniziale dell'Artista
[0][17][8][12][5][10][2]
[5][3][3][5][12][7][13]
[2][3][8][1][7][9][8]
[2][0][1][0][2][4]
Passa alla versione Inglese
Username

Password
Iscrizione Utenti
 
Artista
CD Studio
Doppio
Singolo
DVD
Solista
Live
Bootleg
Relics
Anno
Evento
Nessun Evento