Home 
Filosofia 
News 
Reviews 
Relics 
Interviste 
Retrospettive 
Concerti 
Links 
Forum 
Contatti 

17/09/2004
Artista: MYRBEIN
Album: Myrornas Krig
Anno: 1981

Myrbein, è un’oscura band autrice di un unico album edito agli inizi degli anni 80.
La musica di questo gruppo svedese dalla miscela esplosiva è abbastanza difficile da interpretare:

provate a immaginare le atmosfere cupe tipiche del nord europa, molto vicine alle sonorità dei conterranei Kultivator, mischiate e shekerate con l’ironia dei Samla mamma mannas (E perché no, ci vedo anche lo zampino del maestro Zappa) ed ecco “Myrornas Krig”.

11 brani di follia e tecnica,con affondi di chitarra dura e spigolosa addolcite da bei suoni di tastiere , e occasionali interventi di sax, violino e clarinetto.

Le composizioni non sono di lunga durata, usanza cara al progressive, massimo 5 minuti , dove domina la musica: le parti cantate (fortunatamente) sono brevi, sarcastiche convulse.
Ma non spaventatevi, lasciatevi rapire da questo valido album, giusto compromesso tra R.I.O. e progressive.

Il cd è stato ristampato nel 1993 dall’etichetta svedese “Ad perpetuam memoriam” in edizione limitata e numerata: booklet completo, con foto del gruppo e testi
Pur essendo una LTD edition non è difficilissimo recuperarne una copia

Buon ascolto

Nazione : Svezia
Etichetta : Ad perpetuam memoriam

GENERAL REFERENCES
Genre
Progressive rock/R.I.O.
References
Samla mamma mannas, Kultivator, Frank Zappa.
Vocals
Moderate use
Language
Swedish-Male
TECHNICAL ASSESSMENT
Tecnique
Performance
Sound Quality
EDITOR'S PATHOS
Composition
Feeling
Originality
Rating levels






Very Poor
Poor
Acceptable
Good
Very Good
Excellent

Lele  
13/09/2004
Artista: PETER VERMEERSCH
Album: Charms
Anno: 1999

Abbiamo fatto trenta, facciamo trentuno e recensiamo con grande piacere anche "Charms", altro rarissimo (così mi dicono i ben informati) CD di Peter Vermeersch su Walpurgis Records.

Il ragazzo non si smentisce: altro grande disco, anche se differente da DOV.

In questa occasione la strumentazione viene ridotta a fisarmonica, clarinetto e percussioni; la composizione si sposta verso una sorta di chamber rock di matrice etnica (su due piedi mi sovviene una parentela con alcuni brani di Lars Hollmer da solista anche se, sinceramente, il paragone con il pur non disprezzabile svedese equivale a porre in competizione un'utilitaria con una Ferrari) e si rivela ricca di sagace ironia perfettamente incarnata nella performance del soprano Judith Vindevogel, incredibilmente a suo agio nella parte assegnatale e protagonista di un'esecuzione strepitosa che non ha quasi nulla di letteralmente classico. L'insieme dell'opera risulta contemporaneamente abbastanza scarno nelle sonorità, a causa della strumentazione volutamente ridotta, e assai ricco compositivamente, tante sono le validissime idee che l'autore ci propone. Rimane ben poco da aggiungere: "Charms", anche se forse di poco inferiore a DOV (difficilmente eguagliabile), è da ritenersi un grande cd, che farà la gioia di coloro che avranno la costanza di cercarlo, la fortuna di trovarlo ed il gusto per apprezzare la sua bellezza aliena da qualsiasi cliché.

...ah!, dimenticavo, nella sintetica e quindi riduttiva griglia di valutazione, la composizione risulta Very Good e non Excellent solamente per la già citata strumentazione limitata che non ha permesso di variare consistentemente sonorità ed arrangiamenti nei diversi brani. Appare comunque chiaro come questo sia frutto di una scelta dell'artista e non conseguenza dei suoi limiti.

Consigliatissimo.


ETICHETTA: Walpurgis Records

CATALOGO: WPR 010

GENERAL REFERENCES
Genre
Chamber music/opera/avant-garde
References
Lars Hollmer, Frank Zappa, contemporary chamber-RIO scene
Vocals
Moderate use
Language
Dutch-Female
TECHNICAL ASSESSMENT
Tecnique
Performance
Sound Quality
EDITOR'S PATHOS
Composition
Feeling
Originality
Rating levels






Very Poor
Poor
Acceptable
Good
Very Good
Excellent

Ruggero  
08/09/2004
Artista: PETER VERMEERSCH
Album: De Oplosbare Vis
Anno: 1994

Da parecchi mesi possiedo la masterizzazione di "De oplosbare vis", opera notevolissima del belga Peter Vermeersch (già leader e compositore principale negli X-Legged Sally), un vero capolavoro (e vi garantisco che il sostantivo non è per nulla abusato) registratomi a suo tempo con gentil perfidia da Mr. Marinone (il quale tanto godette per la scoperta musicale, quanto per l'esclusiva proprietà di una copia originale).

L'immediata brama di possesso che ne scaturì da parte mia, mi portò alla ricerca di quel che pareva essere una chimera irraggiungibile sino agli inizi di agosto; invece, in circostanze bizzarre che vi risparmio, sono alla fine riuscito ad accaparrarmi l'oggetto del desiderio.

E' nata così l'occasione per riassaporare DOV serenamente, senza il tarlo, dovuto al desiderio di ghermirne una copia originale, con cui nei mesi scorsi ascoltai più volte il dischetto ottico fornitomi dal perfido compare di avventure musicali di cui sopra.

Signori, che grande disco! musica classica contemporanea aggressiva ed energica, magistralmente arrangiata, ricca di composizioni dense, idee raffinate, pathos e qualità esecutiva, il tutto atto ad originare un magistrale paesaggio sonoro in cui si liberano, tradizionali e nel contempo innovativi, i vocalizzi lirici che incarnano le linee melodiche principali dell'opera.

Mi sono sforzato di trovare i punti deboli di questo gioiello: non ci sono riuscito.

Cosa altro posso aggiungere? Sicuramente siamo di fronte ad un disco difficile, che non piacerà ai più; ma a buon intenditore poche parole debbono bastare, ...e poi siamo su Agartha: il coraggio per certe proposte non ci manca di certo, anzi...

Consigliatissimo. Buona caccia!

Formazione:
George-Alexander van Dam: Violino (Louise Avenue)
Jan Kuijken: Cello (Louise Avenue)
Dirk Descheemaeker: Clarinetto (Univers Zero/Louise Avenue)
Peter Vermeersch: Clarinetto
Daan Vandewalle: Piano
Pierre Vervloesem: Chitarra (X-Legged Sally)

ETICHETTA: Walpurgis

CATALOGO: WPR006

GENERAL REFERENCES
Genre
Contemporary classical music/opera/avant-garde, chamber music
References
contemporary avant scene
Vocals
Moderate use
Language
Dutch-Male-Female
TECHNICAL ASSESSMENT
Tecnique
Performance
Sound Quality
EDITOR'S PATHOS
Composition
Feeling
Originality
Rating levels






Very Poor
Poor
Acceptable
Good
Very Good
Excellent

Ruggero  
 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14  15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50  >> 
 
Le Reviews sono raggruppate per iniziale dell'Artista
[0][17][8][12][5][10][2]
[5][3][3][5][12][7][13]
[2][3][8][1][7][9][8]
[2][0][1][0][2][4]
Passa alla versione Inglese
Username

Password
Iscrizione Utenti
 
Artista
CD Studio
Doppio
Singolo
DVD
Solista
Live
Bootleg
Relics
Anno
Evento
Nessun Evento